Usain Bolt, gli ultimi 100 visti dal web

Usain Bolt, gli ultimi 100 visti dal web

Il Mondiale di Atletica 2017 che si sta tenendo a Londra non è un semplice mondiale. Una manifestazione in cui lascia uno dei più grandi atleti della storia dello sport non PUÒ essere una delle tante. L’addio di Usain Bolt per l’atletica, ma tutto lo sport, è una perdita difficilmente sopportabile: non solo per record e risultati, ma per il valore del personaggio.

Bolt, piaccia o meno, è un idolo. Uno di quegli sportivi capaci di superare i confini della pista e toccare da vicino anche chi lo sport lo segue poco. Simpatia, carisma, umanità: qualità che lo hanno subito trasformato in una delle personalità più conosciute del pianeta.

Ma tutte le belle storie finiscono rima o poi. Londra è stato l’ultimo scatto per questo grande atleta e poco importa se non è arrivata la vittoria. Un pensiero che non poteva toccare social e web e che ha scatenato numerosi post sul tema.

Bolt, il pensiero della rete

Più di 760mila i post pubblicati sui social dal 4 al 6 Agosto, a cavallo della finale dei 100 metri. Un volume che già di per sé fa capire l’attenzione che c’era su questa ultima gara su questa distanza del fenomeno giamaicano.

bolt Londra

Comprensibile l’incremento di contenuti nel giorno della finale (preparazione, racconto e giudizi a caldo sulla gara) e in quello successivo (pareri e opinioni sull’ultimo 100 metri di Bolt). Per molti l’indomani la corsa ha rappresentato una sorta di commiato, un momento per riflettere sulla carriera del di Bolt e ringraziarlo per questi anni di imprese ed emozioni.

Nessuna sorpresa sui temi connessi a Bolt.

bolt Londra

Dominano Usain Bolt e London 2017, l’evento stesso. Trova ovviamente posto anche il reale vincitore di questi 100 metri, quel Justin Gatlin capace di rovinare la festa a Bolt. Molto interessante la presenza di BBC SPORT, televisione che ha trasmesso e gestito l’evento, chiara dimostrazione che le grandi manifestazioni sono e restano una carta vincente per la tv.

Sulla stessa riga la word cloud, in cui salta subito all’occhio l’hashtag ufficiale dei mondiali #london2017. La presenza di questo dimostra la forza lato social dell’evento e quanto ormai il mondo digital rappresenti un canale decisivo per le grandi manifestazioni internazionali. Un fatto bene evidenziato anche dagli ultimi Mondiali di Calcio brasiliani e confermato in questi anni da una crescita sempre più netta.

bolt Londra

Bolt, il sentiment del web

Dato il grande affetto provato da milioni di fan per Usain era difficile non immaginarsi un sentiment altamente positivo. il 27% di contenuti positivi sono chiara dimostrazione di quanto Bolt sia amato e come sia riuscito a creare forti consensi su lui e la sua attività.

bolt Londra

Molti dei contenuti negativi presenti sono per lo più indirizzati a Gatlin, reo di una passata squalifica per doping, ma molto probabilmente più colpevole di aver “rovinato” quel finale perfetto che molti, Bolt, compreso, avevano immaginato. Per molti è invece il disappunto a farla da padrone, “arrabbiati” perché avrebbero voluto veder vincere Usain nel suo ultimo 100 metri.

 

 

Sono tante anche le celebrities che hanno voluto lanciare un post di stima per Bolt e la sua carriera. Molto bello il post di Paulo Dybala. L’attaccante della Juventus non ha lesinato parole di grande effetto per Usain

 

You made millions of fans happy and smiling, being an example for everyone: thank you @usainbolt ! #bolt #London2017 🇯🇲

Un post condiviso da Paulo Dybala (@paulodybala) in data:

La geografia dei post

Stati Uniti e Gran Bretagna i paesi con il maggior numero di post su Bolt, paesi dal vasto numero di persone connesse e abituate all’utilizzo dei social, ma soprattutto dalla grande sensibilità verso l’atletica. L’Italia è sedicesima in questa classifica con 6.700 contenuti prodotti. Interessante il 5o posto della Nigeria con ben 20.034 post.