Il più bravo, quello capace di fare la differenza, in poche parole il migliore. Questo è il senso del titolo di MVP (Most Valuable Player) che ogni anno va a premiare il miglior giocatore della regular season. A sancire ciò il celebre Maurice Podoloff Trophy, dedicato al commisioner NBA dal 1946 al 1963.

Un onore toccato ai più grandi: da Michael Jordan a Magic Johnson passando in epoche più recenti a Kobe Bryant e Lebron James. Un onore che quest’anno è conteso come non mai, con diversi dei top player NBA potenzialmente papabili di vincerlo. Il fresco recordman di “triple doppie” Russel Westobrook e il “barba” James Harden autore di una stagione fantastica da point guard (grazie anche alla cura D’Antoni) sono certamente quelli più dibattuti, con i fan del primo a ricordare la straordinarietà della sua regular season mentre quelli del secondo a ricordare il valore (fin qui sempre riconosciuto) delle vittorie di squadra come elemento determinante.

Il prossimo MVP @nba? Ecco chi dovrebbe essere per il web Click To Tweet

Harden e Westbrook, Westbrook e Harden, ma siamo proprio sicuri che siano solo loro i candidati? Ma ora finiscono le chiacchiere da bar e iniziamo a far parlare i dati. Il web ci racconta infatti una realtà ben diversa, con le conversazioni degli utenti di web e social che mettono nella contesa altri due inattesi (ma non troppo) protagonisti.

NBA MVP: parola al web

Il range utilizzato per l’analisi va dal 1 Marzo al 11 Aprile, così da prendere le opinioni più recenti e quindi nate sulla base di tutta (o quasi) la stagione. Evitare i playoff ci permette invece di non inficiare i risultati con le prestazioni che i protagonisti realizzeranno in post season (a noi interessa solo la stagione regolare).

Moltissimi i contenuti trovati su questo topic, ben 1,618,899 post rilevanti, a dimostrazione di un tema caldo e dibattuto.

L’essere e trattare un tema statunitense incide fortemente sulle fonti delle conversazioni: domina Twitter, canale ideale quando si parla di NBA, utilizzatissimo anche da giornalisti e giocatori. Rilevante anche la presenza dei forum, gli spazi più “tecnici” e popolati da veri appassionati.

Andando sui contenuti troviamo conferma a quanto anticipato: la contesa non vede coinvolti solo James Harden e Russel Westbrook. Basta un’occhiata alla word cloud, le parole più presenti nei post analizzati per notare la comparsa del solito Lebron James, capace di spostare seguito e conferme anche in stagioni “normali” (se così vogliamo dire) e di una piccola grande (non per me) sorpresa: Kawhai Leonard. Sorpresa non tanto per la statura assoluta raggiunta dal giocatore degli Spurs quanto per il profilo basso, anche a livello mediatico, che lo contraddistingue. Ben lontano dai clamori suscitati dagli 3 contender.

MVP @nba: corsa a quattro tra @jharden13 @russwest44 @kawhileonard e @KingJames Click To Tweet

NBA MVP: il vincitore per il web

Ma arriviamo al momento clou, chi è che secondo gli utenti web dovrebbe vincere il titolo di MVP per la stagione 2016/17. Westbrook (24%) e Harden (23%) come previsto sono appaiati, ma non per il primo posto. A segnare il passo con un netto 37% è il nuovo leader degli speroni di San Antonio, Kawhi Leonard capace, pare, di convincere non solo gli addetti ai lavori, ma anche il popolo di internet.

Pochi acuti forse, ma una solidità e continuità di prestazioni che non sono passate inosservate ai più. Marzo in particolare ha rinsaldato la posizione di Kawhi, grazie in particolare ad un Tweet di Undisputed (62,5k follower) con annessa questa dichiarazione:

 

Westbrook è andato invece a crescere, grazie all’avvicinarsi e al superamento del record di triple doppie stagionali di oscar Robertson. Aprile l’ha infatti visto predominare sugli altri. Il clamore del record ha senza dubbio avuto un ruolo chiave in ciò. Il picco del 10 Aprile è dovuto ad un tweet (e conseguente valanga di retweet) di Cj McCollum, giocatore dei Portland Trail Blazers, con annesso endorsement in favore di Russ.

 

Non mancano utenti che vedrebbero bene una vittoria ex aequo del titolo da parte di Westbrook e Harden. Molti di questi contenuti provengono da professionisti e giornalisti, più oggettivi e meno legati alla passione che contraddistingue i fan.

 

Se affiniamo la ricerca all’Italia troviamo ulteriori conferme. Un popolo di intenditori siamo: la vittoria di Leonard è ancora più rilevante con un perentorio 47%. Seguono Westbrook con il 22%, mentre Harden e James sono appaiati al 16%.

MVP @nba: per il web deve vincere @kawhileonard @spurs Click To Tweet

Conclusioni

Vedremo se l’opinione del web sarà rispettata e se Leonard riuscirà a portare a casa il titolo. A mio avviso sarà difficile, con Westbrook, ma soprattutto James Harden, favoriti. Il Barba ha dalla sua una strepitosa stagione individuale a cui accompagna però un importante record di franchigia (cosa che non vale per Westbrook).

Vedremo se sarà privilegiata la prestazione individuale o il numero di vittorie. Ad oggi in NBA ha sempre prevalso la seconda (ne sa qualcosa Kobe ed il suo unico titolo di MVP). Certo, ciò che ha fatto Russell è grandioso, ma se dovesse valere la regola del “vince il più forte” non si partirebbe nemmeno a discutere: starei sempre è solo con King James.

Matteo Pogliani

Toscano di nascita ma lombardo di adozione, ho parlato prestissimo e non ho più smesso. #socialmedia & #web strategist at @Open_Box - blogger at @ninjamarketing